Tappeti per corridoio: come devono essere

Indice

Nel mondo dei tappeti, che sono diffusissimi complementi di arredo, specialmente nelle case in cui ci sono pavimenti in legno come il parquet e per i vari ambienti di casa, si trovano anche i tappeti-passatoie che possono essere posizionati lungo il corridoio. Di seguito si vedrà come devono essere questi tappeti per corridoio e come vanno scelti e collocati. 

Il tappeto per corridoio: un classico dell’arredamento

Il tappeto per corridoio: un classico dell’arredamento

Le dimensioni e la forma di un tappeto da corridoio dovrebbero essere basate sulle rispettive dimensioni dell’ingresso e del corridoio. Tuttavia è importante che la porta di casa possa avere lo spazio necessario per essere aperta. A tal fine è bene calcolare la dimensione ottimale per il tappeto del corridoio con una semplice regola empirica prima dell’acquisto: bisognerà sottrarre circa 1,20 metri dalla lunghezza del corridoio. Ci dovrebbe essere anche uno spazio di circa 15-20 cm ai lati, in modo che il tappeto non si “angoli” da nessuna parte. Non andranno poi posizionati mobili sopra la guida del corridoio, così l’ingresso di casa risulterà più elegante ed invitante. Per quanto riguarda il tipo di tessuto da scegliere, si fa presente che i tappeti in sisal e iuta e i tappeti in fibre sintetiche sono ideali per i corridoi.

Le misure abituali sono 70×250 cm o 80x300cm e di solito questi tappeti sono adatti anche per le cucine strette.

È anche possibile posizionare più tappeti in fila se si dispone di un corridoio particolarmente lungo, in modo che la stanza non sembri più lunga. In quest’ultimo caso, bisognerà scegliere dei modelli uniformi o comunque compatibili ed abbinabili per tessuti e colori (tipo etnici o moderni a seconda anche del tipo di pavimento).

Se l’appartamento ha un’area d’entrata particolarmente spaziosa, si potranno scegliere anche altre forme di tappeti, e i tappeti rotondi o quadrati sono popolari anche per un ampio corridoio. Tuttavia, la stessa regola di cui sopra vale anche in questo caso: non posizionare alcun mobile sul tappeto e mantenere sempre la distanza dalla porta di casa e dai lati.

Le passatoie per corridoi o guide: come devono essere 

Le passatoie per corridoi o guide: come devono essere 

Premesso che le passatoie corridoio e il tappeto guida per corridoio cono la stessa cosa, vediamo di seguito come scegliere questo complemento di arredo e quali tessuti e colori è consigliato prediligere anche in base allo stile di arredo dell’ambiente. 

Come detto sopra, le passatoie sono delle speciali tipologie di tappeto dal formato rettangolare, più o meno lunghe, usate per lo più per arredare ingressi, corridoi, scale (sia in casa che all’ingresso di un condominio), o per la cucina in alternativa ai tappetini da cucina.

Scegliere una passatoia significa contribuire ad aumentare la sicurezza ed il comfort, in quanto camminare su una passatoia attenua i colpi alle articolazioni. Le passatoie hanno una grande capacità di isolamento termico e acustico e donano al primo colpo d’occhio una sensazione di ambiente in ordine e ben curato. Inoltre, garantiscono igiene e sicurezza e, per questo, rappresentano un’ottima opzione in ambienti condivisi come i condomini e nelle attività commerciali, oltre che in casa.

Esistono passatoie o guide di ogni stile e materiale: diverse dimensioni, colori, tessuti. Tra tanti modelli, si può trovare sicuramente quello che si adatta perfettamente alle proprie esigenze. 

Migliorare l’aspetto del corridoio di casa:

Il corridoio rappresenta uno degli ambienti più trascurati, in quanto considerato come un’inutile dispersione di spazio. Ma con le giuste accortezze può trasformarsi, dando un’immagine della casa più completa e accogliente. Più avanti si proverà a spiegare come pulire una passatoia a seconda della tipologia scelta.

Per quanto riguarda gli abbinamenti, si potrà giocare sui contrasti con le passatoie, in maniera tale da strutturare il corridoio in modo efficace e contribuire a creare un’atmosfera più familiare. Grazie alla passatoia, si possono delimitare o allungare gli spazi, creando armonia con il pavimento. E’ importante tenere sempre presente qual’è l’effetto finale che si desidera. 

Dal corridoio alla cucina:

Le passatoie posizionate lungo il corridoio non dovrebbero soltanto essere belle da vedere, ma anche assolvere a specifiche funzioni pratiche. Lo sporco ed il fango che portiamo in casa durante un temporale potrà essere raccolto dalla nostra passatoia e a tal fine sarebbe meglio ricorrere a dei tappeti naturali.

Oltre al corridoio e gli altri interni, perché poi non scegliere una passatoia adatta anche alla propria cucina? Si sa, cucinando e maneggiando gli alimenti capita spesso che partano degli schizzi d’acqua o di cibo che possono, a lungo andare, usurare le superfici di mobili e pavimenti.

Le passatoie da cucina ci aiutano a prevenire questi incidenti, proteggendo determinati angoli dall’usura e dagli schizzi. Si presentano come una sorta di runner, di vari design e colori, posizionabili sotto il lavabo o sotto il piano di lavoro fungendo in questo modo anche da antiscivolo. Le passatoie si rivelano un’ottima scelta se si hanno esigenze particolari di misure perché generalmente sono vendute al metro. Se vanno bene anche misure standard, si può consultare il catalogo dello store online Deardesign.it.

Brevi cenni sulle passatoie per scale:

Come fissare una passatoia lungo le scale? La scelta di posare delle belle passatoie a metraggio lungo le scale può essere una saggia decisione per creare un effetto confortevole durante la salita e la discesa. Il lavoro si esegue coprendo un gradino alla volta, dal basso verso l’alto.

Rivestire le scale in legno può proteggerle dall’usura del passare del tempo. Scegliere le passatoie per scale significa migliorarne la sicurezza e la comodità. Questi accessori svolgo anche la funzione di attenuare i colpi durante la salita e discesa, per proteggere le articolazioni.

La passatoia da scale, a differenza di un altro tipo di copertura, è posizionata unicamente sulla parte centrale dei gradini. Queste guide sono molto comode per coprire disallineamenti, piccoli difetti, macchie, scheggiature e usura delle scale. La resa visiva è davvero d’effetto e la comodità non è da meno.

I materiali delle passatoie

Come gia detto sopra, le passatoie non solo abbelliscono la casa, ma consentono di renderla più accogliente, pulita e sicura. Le passatoie hanno infatti funzionalità pratiche di cui non si dovrebbe mai fare a meno in casa: evitano scivolamenti e quindi il verificarsi di incidenti domestici nei luoghi umidi, proteggono il pavimento dallo sporco, come per esempio quando cuciniamo il sugo della domenica, e proteggono i nostri bambini quando giocano sul pavimento anche del corridoio o dell’ingresso.

Le passatoie si presentano in svariati materiali che si adattano al gusto personale e all’ambiente domestico, è possibile trovare passatoie in tessuto, in cotone e PVC antiscivolo.

Per selezionare e scegliere in maniera accurata una passatoia, si deve anzitutto partire dalla scelta del materiale in cui è realizzata in funzione dell’utilizzo:

  • passatoie in cotone: naturali, comode e facili da pulire sono tra le più pratiche. Il cotone è solitamente la scelta giusta per chi ama i tessuti naturali, perché sono tra quelli più facilmente lavabili sia a mano che in lavatrice
  • passatoie antiscivolo in PVC: prodotti in gomma davvero morbidi. Il Pvc consente di avere un elemento di design molto facile da pulire, inoltre è davvero confortevole al calpestio. E’ un materiale che non richiede la bordatura.
  • passatoie in fibre sintetiche: in genere polipropilene o textilene, si tratta di fibre sintetiche molto resistenti e durevoli. Le passatoie in fibre sintetiche non si rovinano nonostante l’uso intenso.
  • passatoie in ciniglia di policotone: sono morbide al tatto e accoglienti; sfruttano le qualità della fibra naturale del cotone e della fibra sintetica del polipropilene. Il risultato è un accessorio durevole e resistente.

Passatoie antiscivolo:

Negli ambienti umidi, si consiglia di applicare le passatoie a metro antiscivolo, disponibili nelle più svariate fantasie, adatte non solo all’estetica della propria casa, ma anche alla sicurezza della famiglia.

Le passatoie antiscivolo posseggono lo strato del rovescio in un materiale che fissa il tappeto sul pavimento grazie a una rete in lattice o a una puntinatura. Sono per lo più in PVC, ma anche in cotone con rovescio antiscivolo.

Anche le passatoie in policotone (poliestere e cotone) e in fibre sintetiche possono essere disponibili con il retro antiscivolo. In questo caso la parte posteriore, ovvero quella che appoggia a terra, possiede una particolare gommatura in grado di saldarsi fermamente sul pavimento rendendo il passaggio più sicuro e stabile.

Consigli per usare le passatoie in tutti gli ambienti:

Per creare l’effetto di un ambiente più accogliente e caldo, si raccomanda la scelta di passatoie in tessuto, sempre antiscivolo, soprattutto se sono per la zona cucina.

In altri ambienti generalmente umidi come i bagni o le lavanderie sono meglio le passatoie in pvc, facilmente lavabili a mano e in materiale antiscivolo per una maggiore sicurezza.

Design e colori

Tappeti-guida e passatoie sono diventati a tutti gli effetti elementi di design capaci di sottolineare uno stile preciso e di catturare l’attenzione degli ospiti. Monocromatici o fantasia, questi accessori si adattano bene al gusto dell’arredamento: che sia shabby o industrial, boho o vintage, contemporaneo o zen.

Una delle principali funzioni di un tappeto-passatoia in un ambiente interno è chiaramente quella estetica. Nel catalogo online Deardesign.it o in negozio si troveranno le passatoie per corridoio, scale, cucina e ingresso più adatte a completare l’arredamento della propria casa:

  • se si ama lo stile shabby ed l’arredamento di casa lo ricorda in ogni dettagli, nel catalogo online si potranno trovare delle soluzioni che fanno al proprio caso.Si consiglia di preferire i colori pastello e i colori neutri come il tortora e il bianco. Il materiale più indicato resta il cotone, in alternativa puoi optare per passatoie in PVC con decorazioni in tema e finiture del legno bianco invecchiato.
  • se invece il proprio stile è più “mediterraneo”, e si sta cercando qualcosa che ricordi la costa, il mare, le maioliche, le porcellane, allora bisognerà scegliere delle passatoie con fantasie che ricordano le cementine. Nei toni del blu sono perfette per arredare un corridoio e dare subito la sensazione di trovarsi in una casa portoghese, decorata con azulejos.
  • per le passatoie e i tappeti-guida da ingresso o da interni, si potrà scegliere lo stile industrial, dal design moderno con stampe di grandi città o con disegni colorati e frasi; oppure lo stile vintage, dall’aspetto invecchiato, che ricorda e cita l’immaginario degli anni 50 e 60, come le pubblicità e le insegne luminose.

Se si sta arredando una stanza, è sicuramente una buona idea decidere prima il colore primario che si vorrà dare all’ambiente: il colore, il tono, i relativi contrasti. Qualora si aggiungano all’ambiente delle passatoie in cotone, si potranno combinare al meglio il colore della passatoia con i colori della tua stanza.

Per esempio, i tappeti per corridoio in tessuto di colore scuro collocati su una pavimentazione chiara risalteranno particolarmente ponendosi come accento di colore principale di quell’ambiente. Invece, su un pavimento grigio, un tappeto adatto per contrasto cromatico, potrebbe essere bianco o comunque su toni chiari.

Se l’ambiente circostante, dal punto di vista cromatico, è troppo neutro si può movimentarlo un po’ semplicemente aggiungendo delle passatoie originali. Con una soluzione poco invasiva, come una tappeto con motivi vivaci, si donerà dinamicità e calore all’intero ambiente. Un piacere per gli occhi e per il calpestio. 

I tappeti-guida e le passatoie vanno scelti con gusto e con attenzione, altrimenti si rischia di ottenere un risultato esteticamente sgradevole rispetto all’armonia dell’ambiente.

Misure delle passatoie

Per le passatoie per scale o interni a metraggio, la larghezza massima è di 60 cm circa e va scelta in base allo spazio a disposizione. Per quanto riguarda la lunghezza, trattandosi di una vendita al metro, si può decidere di volta in volta quella più giusta per le proprie esigenze.

Per orientarsi nella scelta delle dimensioni che meglio si adattano ad un ambiente, si consiglia di partire da 3 concetti: individuarne lo scopo, la grandezza dell’ambiente e dove e come sono disposti i mobili. In questo modo si avranno delle personali linee guida valide anche per altre scelte di arredamento.

Bisogna ricordare poi, che una passatoia troppo piccola rischierà di perdersi e una troppo grande rischierà di predominare sull’intero ambiente.

In caso di dubbi si consiglia di rivolgersi ad un consulente di interior design su Deardesign.it. Generalmente è meglio prediligere la grandezza maggiore.

Author

Write A Comment