Cimici dei letti

Indice

Sono davvero tanti i consigli e i rimedi per eliminare le cimici da letto, conosciute anche come cimici dei letti o cimici del materasso. Le cimici sono insetti infestanti, capaci di diffondersi molto rapidamente negli appartamenti e in particolare nelle stanze da letto, dove trovano il loro ambiente ideale soprattutto all’interno dei materassi. Le punture delle cimici da letto, anche se non sono pericolose e non trasmettono malattie, provocano comunque arrossamenti cutanei e prurito. Di seguito una guida completa sulle cimici dei letti, come eliminarle. 

Cimici dei letti, come trovarle: metodi

Chi non ha mai visto questo parassita non sa come riconoscerlo e si chiede se sia possibile vederlo ad occhio nudo. In realtà questi insetti potrebbero passare inosservati per via delle piccolissime dimensioni e anche perchè trascorrono molto tempo della loro vita nascosti. Per quanto riguarda le dimensioni, bisogna sapere che le cimici neonate misurano all’incirca 1 mm, e sono bianche quasi trasparenti: per questo sono difficili da vedere.

Crescendo le cimici dei letti assumono un color ambra sempre più scuro. Lo stato adulto viene raggiunto in circa sei settimane, e, avvicinandosi alla maturità il parassita diventa color ruggine, con una dimensione approssimativa di 7 mm: impossibile vederlo.

Le cimici dei letti vivono in penombra e si annidano in punti nascosti: posti che di solito non si indagano e potrebbero anche essere difficili da raggiungere. Nel rassettare il letto, quante volte infatti si ispeziona la spalliera oppure, si spostano i comodini e si dà un’occhiata allo schienale del letto? Oppure quante volte si controllano le giunture del telaio del letto o l’incastro di una doga sollevando il materasso? Questi parassiti vanno cercati in tali punti particolari e si diffondono tutti in uno stesso ambiente, non si sparigliano per casa.

Cimici dei letti come riconoscerle: altri tipi di indizi

Se ci si sta chiedendo come individuare le cimici dei letti , ecco quali sono i sintomi affidabili per riconoscere una infestazione: le feci delle cimici dei letti (macchie fecali) e le esuvie. Le feci delle cimici dei letti sono liquide e di colore scuro, se si depositano su lenzuola e federe si potrà risalire anche al loro nido, poichè questi parassiti seguono le proprie feci per individuare il punto in cui si sono colonizzate.

Le esuvie sono invece i resti del cambio di muta che le larve di cimici lasciano disseminate nel loro territorio quando crescono ed aumentano di dimensioni. Sono di colore giallastro ma essendo molto leggere basta una folata d’aria per farle volare via. Se si registra una presenza massiccia di esuvie, vuol dire che nel letto girano molte cimici!

Altri indizi sulla presenza delle cimici dei letti sono piccole macchioline di sangue sul lenzuolo (poichè queste cimici pungono le parti scoperte del corpo quando si dorme) o bolle rosse sulla pelle.

Come eliminare le cimici dei letti: tecniche

Se si ha il sospetto di avere delle cimici da letto in casa, la prima cosa da fare è quella di lavare il pigiama ma anche i vestiti con un detersivo battericida. In caso di ritorno da un viaggio sarà bene lavare tutti I vestiti in lavatrice a temperatura superiore ai 55°C, utilizzando un qualsiasi additivo battericida in commercio.

Se, invece, si ha la certezza che le cimici siano già presenti all’interno della stanza, il consiglio è quello di lavare tutti i tessuti e la biancheria.

Si dovrà selezionare una temperatura elevata per il lavaggio in lavatrice, dal momento che la cimice del materasso muore già a 48°. L’aggiunta dell’additivo sarà indispensabile per eliminare tutte le ulteriori minacce ancora presenti e per igienizzare in profondità.

Se si è accertata la presenza delle cimici del letto, il rimedio ideale sarebbe quello di cambiare e sostituire  direttamente il materasso. In alternativa, come rimedio naturale, si potrebbe posizionare lo stesso sotto il sole, preferibilmente in estate, per almeno un paio di giorni. Grazie ai raggi UV e allo stesso calore il risultato sarà quello di eliminare insetti e uova di ogni tipo, acari compresi.

Un’altra valida alternativa, se si vive in un luogo molto freddo, potrebbe essere quella di lasciare il materasso in balcone o in giardino per 5 giorni, dal momento che le cimici del letto muoiono al di sotto dei 10° C.

Se non non è possibile utilizzare il rimedio naturale della temperatura, allora non rimarrà che trattare il materasso con una polvere o con uno spray insetticida specifico e facilmente reperibile in commercio.

Quando si utilizzano questi insetticidi, però, bisogna ricordare di non trattare tutti quegli oggetti che potrebbero andare successivamente a contatto diretto con la pelle.

Nel caso in cui non si vogliano utilizzare prodotti chimici o la tecnica dell’alta o bassa temperatura, un altro rimedio efficace potrebbe essere quello di affidarsi all’uso delle fodere anti-cimice in grado di rendere impenetrabile il materasso alle particelle più grandi di 2,6 micrometri.

Queste fodere potranno essere impiegate per rivestire il materasso, solo dopo che questo è stato sterilizzato esternamente, in modo tale da eliminare qualsiasi cimice eventualmente sopravvissuta al suo interno.

Le fodere anti-cimice impediscono alle cimici da letto di arrivare direttamente al tessuto del materasso e del cuscino; di conseguenza sarà sufficiente lavare, anche saltuariamente, con un additivo battericida la stessa fodera per ottenere il massimo della sicurezza nell’igiene e nella salute. 

Cimici da letto, chi pungono

Le cimici dei letti sono insetti ematofagi ed hanno abitudini prettamente notturne, mentre durante il giorno e alla luce del sole si rifugiano in fessure e in posti all’ombra. Il loro nome è dovuto al fatto che infestano soprattutto la camera da letto. Nella fattispecie si possono nascondere in crepe dei muri o fessure formatesi all’interno del telaio del letto stesso, ma anche all’interno delle prese di corrente o degli interruttori. Perfino le cuciture e i bordi dei materassi sono un ottimo nascondiglio per questi parassiti.

Le cimici dei letti possono pungere chiunque. In seguito ad una loro puntura vi è la comparsa di una macchia rossa, simile a quella di una puntura di zanzara. Una caratteristica specifica però, è la disposizione dei puntini: le punture delle cimici, infatti, tenderanno a essere ravvicinate, a volte anche disposte in maniera lineare. Ciò perché la cimice per continuare a succhiare il sangue si sposta lungo la pelle, ma compie movimenti limitati e circoscritti in aree ristrette che diventeranno particolarmente pruriginose.

Cimici dei letti come si formano

Le cimici dei letti sono attratte dal caldo e dall’anidride carbonica emessa dal corpo umano durante il riposo notturno. Quando trovano un ambiente accogliente (soprattutto caldo), questi insetti infestanti possono diffondersi molto rapidamente.

Tali parassiti prediligono case, appartamenti, ospedali, alberghi. La loro presenza non è indice di una scarsa igiene: possono infestare anche stanze pulitissime.

Dal focolaio principale (la stanza da letto) le cimici da letto possono diffondersi con il trasporto della biancheria nei pressi di altri letti o luoghi di riposo come i divani letto. 

Se si desidera comunque cambiare l’arredo della propria stanza da letto o comprare un letto nuovo, si può consultare il vasto catalogo dello store online di Deardesign.it .

Author

Write A Comment