Casa in Montagna

Indice

  1. Casa in montagna: alcune premesse
  2. Arredo montagna: scegliere lo stile giusto
  3. Arredamento chalet di montagna: cosa bisogna sapere
  4. Arredamento moderno montagna: possibilità
  5. Cucina di montagna: come deve essere arredata

La casa in montagna può essere il classico chalet delle vacanze, ma può rappresentare anche una risorsa importante ai fini di una rendita immobiliare ed essere affittata o adibita a Bed and Breakfast. Vediamo di seguito tutte le particolarità di una casa in montagna e quali sono i migliori consigli per poterla arredare in stile moderno e di design. 

Casa in montagna: alcune premesse

Lampada da tavolo Marge

Prima di addentrarsi praticamente e tecnicamente, nei topic per arredare al meglio la casa in montagna è bene fare delle valutazioni iniziali che risultano essere preliminari a qualsiasi scelta di arredo.

Tali valutazioni, infatti, determineranno alcuni dettagli e aspetti funzionali del progetto e non possono essere sottovalutate.

Per esempio, come si pensa si utilizzare la casa in montagna?

  • Se sarà la propria dimora quotidiana andrà trattata come una qualsiasi casa di città, almeno a livello indoor e pratico-funzionale, con la garanzia della sua massima fruibilità e assecondando le proprie esigenze quotidiane;
  • Case vacanze montagna: se l’abitazione montana verrà utilizzata solo durante la settimana bianca o in estate dovrà assicurare il massimo comfort in questi periodi, quindi bisognerà pensare a stanze per gli ospiti, a vani, armadi e spazio adeguato per l’attrezzatura da sci, ecc.
  • se diverrà un b&b, bisognerà realizzare spazi funzionali un po’ per tutti e prediligere senza dubbio uno stile prettamente locale con arredi e complementi in legno.

E poi ci sono valutazioni e considerazioni di tipo più tecnico e che possono quindi riguardare: 

– la conformazione dell’immobile e la sua metratura. In base a questi elementi si potrà capire meglio come arredare e quanto spazio si ha a disposizione, se è necessario effettuare lavori di muratura migliorativi, ecc.;

– l’esposizione alla luce della casa di montagna, necessaria per capire se servono migliorie agli impianti di riscaldamento, se è possibile utilizzare pannelli solari o altri comfort energetici a basso impatto ambientale, se serve migliorare la coibentazione, ecc.;

– lo stato attuale dell’immobile, cioè bisognerà capire se sia necessario effettuare qualche ristrutturazione mirata, un riassetto interno, un rifacimento di impianti, rivestimenti, ecc.

Diciamo che in generale le valutazioni più tecniche spettano ad un professionista esperto che sappia anche rispettare lo stile tipico di montagna e che possa offrire e proporre soluzioni, anche legate alle nuove tecnologie e all’impiantistica, all’avanguardia e affini al mood dell’immobile.

Arredo montagna: scegliere lo stile giusto

Lampada Squash

Arredare la casa in montagna in modo impeccabile significa anche scegliere lo stile giusto. Oggi ci sono generi d’arredo molto in voga ed apprezzati, alcuni definibili evergreen, ma non tutti sono ideali per una casa di montagna.

In questo spazio naturale, infatti, è sempre consigliabile mantenere un minimo lo stile autoctono, impegnandosi quindi ad usare rivestimenti in legno e suppellettili folkloristici tipici che creino un collegamento naturale tra l’outdoor e l’interno dell’abitazione.

Di seguito si passeranno in rassegna alcuni suggerimenti e consigli pratici.

Arredare casa in montagna:  stile rustico e arredo di legno

Per lo stile rustico nella propria casa di montagna bisognerà utilizzare: 

  • rivestimenti in ardesia, pietra, mattoni autoctoni e legno;
  • accessori in ferro battuto, anche arredi outdoor pendant;
  • tessuti d’arredo come lino, cotone, juta, lana grezza, lana cotta.

Come accessori saranno perfette le lanterne in ferro battuto, i paioli in rame appesi alle pareti della cucina, vecchi attrezzi agricoli appesi ai muri, ecc… Nello stile rustico poi, i rivestimenti sia alle pareti che ai pavimenti (alternativamente) dovranno essere rigorosamente in legno.

A questi rivestimenti potranno essere anche abbinati dei mobili in legno in stile shabby chic oppure prettamente rustici, a seconda dei propri gusti personali e dell’atmosfera che si vuole imprimere all’ambiente. 

Un arredo tipico il legno è quello proprio dello stile “tirolese”, che incarna perfettamente lo spirito di una casa di montagna, anzi è assolutamente caratteristico di questo genere di abitazione.

Lo stile tirolese deriva dal Tirolo, che è una regione circoscritta del Trentino Alto Adige. Si tratta di un mood d’arredo tipicamente montano, giocato soprattutto sull’uso del legno, di arredi e complementi autoctoni tipici, anche folkloristici che risulteranno perfetti nella propria casa in montagna.

Questo stile, rimanda ai seguenti suggerimenti:

  • mobili e rivestimenti pendant in legno;
  • sedie in legno tipiche;
  • tavoli con panca pendant;
  • tessuti d’arredo simil scozzese con quadrettini tipo plaid, oppure con fiorellini mini, con una predilezione per le stoffe del posto;
  • camini veri, oppure se non è possibile, a bioetanolo decisamente versatili che non necessitano di canna fumaria, in alternativa via libera alle stufe in ceramica e alle stube (ovvero alle zono soggiorno).

Arredamento chalet di montagna: cosa bisogna sapere

Cesto Kaspar Basket

Di seguito, ecco tutto quello che non può mancare nell’interior design di una casa in montagna: dal legno alla pietra grigia fino al divano, ai colori caldi e alla vista del panorama.

Suggerimenti che valgono a maggior ragione per l’arredamento chalet di montagna, che può essere adibito a dimora vacanziera o anche ad una attività imprenditoriale come un B&b o ancora, ad una attività di ristorazione. 

Tradizione e modernità: il giusto compromesso

Arredare una casa in montagna significa riuscire a coniugare con armoniche proporzioni, importanti elementi della tradizione con le moderne tecniche di interior design.


Questo tipo di rivisitazione delle case montane vale sia per chi in luoghi montani ci vive, sia per chi in montagna ha una seconda casa dove rifugiarsi per il tempo libero (lo chalet appunto).

Il segreto per ottenere un buon risultato di interior design di una casa in montagna è riuscire ad abbinare materie prime come legno e pietra a dettagli totalmente opposti di design, tecnologia ed elementi cromatici.

Luminosità e colore

Nell’arredo di montagna, come in tutti gli ambienti, le finiture devono avere un senso di continuità ed incarnare un ideale di coerenza. I colori predominanti, in questo caso, devono essere caldi e naturali con sfumature che abbracciano le nuances del legno e arrivano ai toni scuri della pietra.

In questo assetto, quindi, via libera a complementi bianchi, avorio e beige, ma non meno importanti sono i punti luce. A seconda delle case e delle aperture a disposizione, generalmente in vetro e acciaio, bisogna cercare di portare la luminosità, naturale ed artificiale, al massimo, in modo che i colori del legno e dei materiali più cupi possano comunque ravvivarsi per trasmettere calore e un senso di benessere.

In situazioni in cui gli affacci non sono particolarmente generosi è preferibile optare per elementi bianchi e trasparenti che alleggeriscono l’insieme, sdrammatizzando gli elementi in legno naturale e, con l’aiuto di lampade e candele, risulteranno essere il compromesso ideale per creare un’atmosfera calda e romantica e completare il design della casa in montagna.

Tessuti e tappezzerie

Nel contesto montano, qualsiasi dettaglio relativo alla progettazione d’interni deve essere studiato con cura. Nella tradizione di chi la montagna la vive, è importante arricchire mobili e superfici con tessuti.

In quest’ottica assumono un ruolo da protagonista tende, coperte, cuscini e tovaglie in grado di trasmettere in modo unico le sensazioni che solo in montagna si possono vivere. In quest’ottica, diventerà essenziale riuscire a trovare suppellettili, letti, imbottiture in grado di avere non solo un’elevata funzionalità, ma anche la capacità di sottolineare l’essenza della montagna.

L’insieme con l’ambiente circostante

La carta vincente per la realizzazione di una ristrutturazione o una costruzione ex novo in montagna è la fusione tra l’interno e l’ambiente circostante.

L’interior designer, nel progettare gli interni della casa in montagna, dovrà riuscire a creare un’atmosfera calda ed accogliente dove far trascorrere al proprietario di casa e alla sua famiglia momenti intimi e felici tra pietra, legno e odori della tradizione.
 
Nel linguaggio trasversale di questo contesto, il camino non può mancare e non deve essere solo una scelta di design, ma deve trasmettere il senso del ritrovarsi insieme la sera dopo una giornata trascorsa a temperature glaciali.

Ultimi consigli

Nell’interior design di luoghi montani il legno può diventare un’alternativa non solo per pavimentazioni ma anche, come accennato sopra, per pareti e rivestimenti.

Le finestre devono esaltare i panorami e gli spazi devono essere generosi e non troppo costretti in virtù del fatto che in montagna si passano molte più ore in casa rispetto ad altri luoghi.

Proprio per questo motivo la zona dedicata al divano deve essere curata e confortevole per permettere ad amici e familiari di condividere momenti di relax e divertimento dopo giornate passate all’aperto e al freddo.

Non dimenticare mai di inserire anche elementi d’arredo moderno per dare un tocco di originalità alla tua casa.

Arredamento moderno montagna: possibilità

Sedia Alberta

Per arredare la propria casa di montagna in stile moderno si dovranno comporre e mixare rivestimenti in legno caratteristici e tipicamente montani a:

  • sedie moderne per stile e materiali, magari di design e realizzate in plastica colorata, in nuance neutre o trasparenti;
  • complementi d’arredo come comodini, tavolini in legno ma dalle linee minimali e nei toni scuri soprattutto;
  • lampade e suppellettili moderni dalle forme minimali e astratte;
  • carte da parati geometriche astratte oppure decorazioni con foto di skyline montani in chiave moderna o con architetture futuriste.

Lo stile di arredamento si sa, è lineare ed essenziale.

Ecco quindi che entrano in gioco delle scelte “minimal”. Per rispettare i parametri dello stile contemporaneo, quindi, bisognerà:

– utilizzare colori neutri, soprattutto chiari o medio-chiari anche da mixare tra loro;

– prediligere mobili e complementi dalle linee geometriche semplici e pulite, soprattutto squadrate;

– utilizzare solo gli arredi indispensabili, evitando di costipare gli spazi;

– usare lampade di design semplici e dal design moderno. 

Cucina di montagna: come deve essere arredata

Cucina di Montagna

Cos’altro è necessario sapere sull’arredamento della casa in montagna? Oltre agli argomenti visti sopra, dove si parla di stile, è bene considerare le misure di ciascuna stanza da arredare.

Sì, perché inserire nel tuo ambiente solo gli accessori e mobili indispensabili e proporzionati, è la chiave per avere spazi fruibili, accoglienti e funzionali.

Ecco qualche dritta pratica.

In montagna di sovente viene utilizzata poco la cucina, perché si predilige pranzare soprattutto nei rifugi o sulle piste da sci.
È comunque un arredo che deve essere scelto con cura, sia che si utilizzi in prima persona la casa o che la si voglia affittare.

Stilisticamente è preferibile scegliere una cucina in muratura, anche se si ha poco spazio, oppure realizzata in legno autoctono, o di tipo industriale ma sempre in legno. In questo ultimo caso, giocheranno un ruolo chiave e decisivo i rivestimenti, il para-schizzi, i dettagli; meglio siano in pietra, cotto, legno, oppure in gres porcellanato che ne imiti il mood e le texture.

In generale, quando si decide di progettare o rinnovare la cucina di una casa in montagna è consigliabile tenere ben presente e seguire delle linee stilistiche e d’arredo consone a questo genere di dimore.


Innanzitutto, come ripetuto più volte, vanno privilegiati un certo tipo di materiali – ed esclusi quindi tutti gli altri – poi vanno considerati elementi importanti come la praticità e un’organizzata gestione degli ingombri, elementi fondamentali specie quando la cucina è di dimensioni contenute, cosa che spesso accade nelle seconde case e nelle dimore di villeggiatura.

In questo genere di case è sicuramente il legno a fare da padrone. Chiaro o scuro che sia, può essere diffuso nell’intero ambiente o intervallato con materiali e superfici di altra natura, sicuramente però nella casa in montagna è stato e sarà sempre indiscutibilmente l’attore principale.

Caldo, armonioso e avvolgente, il legno arreda perfettamente anche senza richiedere troppi complementi e accessori e “costruisce” ambienti di grande fascino e di sicura qualità stilistica. Utili e preziose negli ambienti domestici living saranno le madie in legno. 

Al di là dei materiali scelti (e fra questi sono da evitare superfici troppo fredde e tecniche) se possibile in una cucina di questo tipo meglio provare a realizzare un piccolo camino, un forno o installare una macchina/stufa che cucini e scaldi allo stesso tempo l’ambiente.


Fra le tante soluzioni possibili, se si cercano idee nuove ed originali, si potrà giocare con accostamenti contemporanei di materiali. In questo caso, il legno, la ceramica e superfici in lavagna potranno convivere perfettamente creando un ambiente di grande tendenza ed estremamente accogliente.

Quando si parla di materiali in montagna, oltre al legno, non può mancare la pietra. Ideale in cucina per realizzare una parete o per comporre il bancone delle preparazioni, scura o chiara, può essere levigata o mantenuta nel suo aspetto più grezzo e materico: tutto dipende dal tipo di stile che si sceglie per lo spazio da arredare.

Pratica da pulire e da mantenere, la pietra darà un tocco di contemporaneità e di innovazione al “tutto legno” imperante nell’arredo di queste case.

Nel soggiorno o zona openspace con la cucina di montagna, al di là dello stile scelto, non potranno mancare:

  • un divano da minimo 2-3 posti, anche modello divano-letto se hai poco spazio;
  • una poltrona o seduta aggiuntiva tipica in legno, in alternativa pouf classici o pouf-letto, o ancora pouf-contenitore;
  • una credenza o madia, oppure mensole in legno porta-tutto;
  • un tavolino basso;
  • illuminazione d’ambiente e magari lampade sulla credenza, sul tavolino, sul tavolo da pranzo, ecc…

In tutti gli ambienti della casa di montagna, bisognerà ricordare di inserire richiami all’ambiente naturale circostante come gres che imitano la pietra, il cotto, i mattoni, il legno: bastano pochi accessori che però scalderanno l’ambiente. E se si desidera un tocco chic si potranno aggiungere una stufa tipica o un caminetto a bioetanolo.

Sullo store online Deardesign.it si potranno consultare tutte le migliori soluzioni di arredo per case in montagna e loro ambienti. 

Author

Write A Comment